(IMPIANTO DI VIDEOSORVEGLIANZA, istituti di vigilanza

Impianto di Videosorveglianza, ecco perché non deve mancare a casa tua

(IMPIANTO DI VIDEOSORVEGLIANZA, istituti di vigilanza

Sentirsi sicuri in casa propria non sempre è scontato, così come essere tranquilli quando si lascia per qualche tempo la propria abitazione per le vacanze o anche solo per una serata fuori. Le cronache quotidiane segnalano un alto tasso, purtroppo in crescita, di furti in appartamento e a farne le spese non sono solo i quartieri bene, ma anche le zone meno ricche, con un conseguente dilagare della paura a più livelli anche se non si possiedono preziosi o oggetti di valore. Per tale motivo, avere un impianto di videosorveglianza in casa propria è ormai quasi obbligatorio non solo per proteggersi, ma anche per sentirsi più sicuri.

Impianto di videosorveglianza, perché averne uno?

Come abbiamo appena detto, sentirsi sicuri e protetti è un desiderio ovvio ed indiscutibile. Tale situazione vale soprattutto se si vive in posti non proprio centrali, come per esempio lungo strade di campagna o di montagna o comunque in luoghi residenziali che spesso, durante il giorno, restano pressoché vuoti. A volte c’è l’esigenza di controllare bambini piccoli lasciati con la baby sitter o persone anziane accompagnate da badanti oppure i propri amici a quattro zampe lasciati da soli durante il giorno. Altre volte, invece, ci occorre maggiore sicurezza quando siamo in casa.

Come vedi, le esigenze possono essere le più disparate e non solo collegate ai classici motivi del “vado fuori una settimana al mare, chi controlla la mia casa?”, perché ciascuno può avere un valido motivo per installare un impianto di videosorveglianza in casa propria. Chi ha una seconda casa, per esempio al mare o in montagna, troverà poi naturale avere un sistema di videosorveglianza, così da assicurarsi in ogni momento che sia tutto regolare e non ci siano problemi.

C’è da dire, infine, che alcuni parchi residenziali hanno accordi specifici con istituti di vigilanza che, in caso in cui scatti l’allarme anti-intrusione di casa, inviano una pattuglia a controllare la zona e, eventualmente, ad intervenire.

Impianti di videosorveglianza, quale scegliere?

Le nuove tecnologie offrono numerose soluzioni, alcune delle quali molto sofisticate. Ecco quali sono le principali:

  • IP Cam: si tratta di videocamere collegate ad internet che possono essere raggiungibili dall’utente in qualunque momento, semplicemente collegandosi alla rete.
  • UMTS Cam: ogni videocamera ha una propria sim con rispettivo numero di telefono. Per controllare l’area è necessario fare una videochiamata da un qualunque smartphone abilitato.
  • Kit di videosorveglianza: si tratta di installare un impianto a circuito chiuso per controllare spazi sia interni, che esterni. Solitamente si compone di un set di videocamere, un registratore e un schermo.
  • Sistema integrato: si compone, in genere, della medesima attrezzatura del kit, solo che le funzioni sono diverse. Infatti, il sistema può essere allacciato ad internet ed inviare sms, mail o una telefonata in caso di intrusione, così come lanciare l’allarme sonoro e contattare le forze dell’ordine.
Impianto di Videosorveglianza, ecco perché non deve mancare a casa tua
5 (100%) 2 votes

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *