Cessione del Quinto: cos’è e come funziona

Cessione del quinto, cos'è e come funziona

La cessione del quinto dello stipendio o della pensione è una delle formule di prestito più diffuse, ottenibile, in genere, dai lavoratori dipendenti a tempo indeterminato e dai pensionati.

Che cos’è la cessione del quinto?

La cessione del quinto è una tipologia di prestito personale per ottenere liquidità da investire in beni o servizi. Tale prestito viene poi pagato, secondo le clausole stabilite dal contratto, trattenendo sullo stipendio o sulla pensione del richiedente la parte convenuta di un quinto dell’ammontare totale dello stipendio o pensione. In linea di massima, solo i lavoratori dipendenti a tempo indeterminato e i pensionati possono accedere a questo tipo di prestito, ma in alcuni casi può essere fatta un’eccezione per i lavoratori a tempo determinato a patto che il prestito non vada oltre la scadenza del contratto.

Privilegiati sono comunque i lavoratori dipendenti statali e dell’ambito para-statale; ciò non vuol dire che ai dipendenti di aziende private non venga concessa la cessione del quinto, ma in quel caso l’ente erogatore si riserva la possibilità di accettazione previa analisi dell’azienda in cui lavora il richiedente.

Il prestito richiesto può essere erogato sia dalle banche, che dagli intermediari finanziari iscritti presso apposito elenco dell’Ufficio italiano cambi (UIC).

Come funziona la cessione del quinto?

Richiedere la cessione del quinto dallo stipendio o dalla pensione non è molto difficile, in quanto delle pratiche se ne occupano direttamente gli enti erogatori, che vi indicheranno quali sono i documenti da presentare per ottenere il prestito e le obbligatorie assicurazioni da stipulare.

Proprio la questione della stipula delle assicurazioni è un passo molto importante, poiché questa è richiesta non solo ai pensionati, ma anche ai lavoratori attivi. Tale contratto assicurativo vale come garanzia per l’estinzione del prestito in caso di morte o di licenziamento del richiedente, che solleva altresì i familiari dal dover rimborsare di tasca propria le rate rimanenti. Solitamente, ai lavoratori è richiesta, oltre la stipula di una polizza sulla vita, anche una per il rischio di impiego per i motivi appena citati. Il costo della polizza può essere vario, ma in genere l’età è un fattore discriminante: infatti, più è alta l’età dell’assicurato, più sale in proporzione il prezzo.

Rinnovo della cessione del quinto

Chi ha già all’attivo un prestito con cessione del quinto, può richiedere anche un rinnovo aumentando la liquidità iniziale. Naturalmente, ci sono dei vincoli da rispettare: infatti, si può richiedere un rinnovo solo nel caso in cui il reddito e l’età lo permettano, ma occorre anche siano stati pagati regolarmente e senza intoppi i 2/5 del debito iniziale. In generale, però, per le cessioni del quinto di durata inferiore o uguale a 5 anni, il rinnovo può essere richiesto anche prima del previsto, a patto che il nuovo prestito sia esteso a più di 10 anni.

Cessione del Quinto: cos’è e come funziona
5 (100%) 2 votes

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *