carrozzine per disabili, sedia a rotelle

Carrozzine Per Disabili: tipologie e sgravi fiscali

carrozzine per disabili, sedia a rotelle

Chi ha disabilità motorie o si trova nell’impossibilità temporanea di camminare autonomamente, deve far ricorso alle carrozzine per disabili. In commercio ce ne sono diversi tipi, ma fare la scelta giusta in base alle necessità del destinatario può non essere agevole visto le numerose proposte. Facciamo assieme il punto della situazione.

Carrozzine per disabili, quale scelgo?

Come dicevamo, in commercio esistono diversi modelli di carrozzine per disabili, alcune studiate per essere utilizzate in luoghi specifici, come al mare o per fare sport, mentre altre differiscono l’una dall’altra per i materiali di costruzione e le modalità di automatizzazione. Ma quali sono le tipologie di carrozzine per disabili più diffuse? Eccole:

  • Carrozzine per bambini: possono essere realizzate con materiali differenti e avere un’automatizzazione o meno, ma sono destinate al solo uso pediatrico. In questo caso, è sempre bene avvalersi del consiglio del proprio medico di fiducia, così da scegliere il modello giusto in base alle esigenze di crescita.
  • Carrozzine leggere: sono generalmente realizzate con materiali solidi, ma molto leggeri, con un peso che di solito non supera i 16 kg. Da aggiungere a questo peso ci sono, però, gli accessori.
  • Carrozzine super leggere: sono costruite con materiali innovativi e ultra leggeri, perfette per coloro che viaggiano di frequente o che muovono in autonomia la propria carrozzina.
  • Carrozzine elettriche: sono le più costose, ma anche le più necessarie, poiché chi ha disabilità molto compromettenti agli arti superiori non può muovere la carrozzina che grazie ad un motore. Di questa tipologia esistono sia versioni per uso interno, che per uso esterno.
  • Carrozzine pieghevoli: sono l’ideale per coloro che viaggiano molto e/o hanno poco spazio in casa. Infatti questo modello è molto compatto e facile da aprire e chiudere, perfetto da portare anche in auto con un bagagliaio non troppo capiente.
  • Carrozzine da bagno: vengono utilizzate in casi di grave disabilità e sono pensate per i momenti dedicati all’igiene personale come il bagno e/o la doccia, poiché realizzate con materiali impermeabili e molto resistenti.
  • Carrozzine da mare: sono perfette da condurre su zone sabbiose o nevose.
  • Carrozzine sportive: sono studiate per coloro che si dedicano allo sport.

Sgravi fiscali per le carrozzine per disabili

Chi ha una disabilità riconosciuta almeno in una precisa percentuale (attualmente è richiesto un punteggio superiore al 34% di invalidità) può fare richiesta al servizio sanitario nazionale per acquistare la carrozzina per disabili ottenendo degli sgravi fiscali o addirittura in maniera del tutto gratuita. Grazie al SSN, infatti, sono previste delle forniture gratuite o agevolate per coloro che soffrono di disabilità motoria, anche in virtù del fatto che queste carrozzine non sono proprio economicissime e che un acquisto del genere pesa non poco sul budget di una famiglia.

Per maggiori informazioni, potete consultare il sito ufficiale dell’Agenzia delle entrate.

Carrozzine Per Disabili: tipologie e sgravi fiscali
5 (100%) 4 votes

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *